I-Milano: Servizi di pulizia di mezzi di trasporto

2011/S 109-180523

BANDO DI GARA – SETTORI SPECIALI

Servizi

SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE

I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO
Trenord SRL
p.le Cadorna n. 16
All'attenzione dott.ssa Sarah Laquagni - dir. generale - servizio approvvigionamenti - unità gare e appalti
20123 Milano
ITALIA
Telefono +39 0285114250
Fax +39 0285114621

Indirizzo(i) internet

Ente aggiudicatore www.fnmgroup.it

Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati

Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati

Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: I punti di contatto sopra indicati

I.2)PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITÀ DELL’ENTE AGGIUDICATORE
Servizi ferroviari

SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO

II.1)DESCRIZIONE
II.1.1)Denominazione conferita all’appalto dall’ente aggiudicatore
Servizi di pulizia del materiale rotabile ferroviario, ambienti di lavoro, aree esterne ed attività di piccola manutenzione.

II.1.2)Tipo di appalto e luogo di esecuzione, luogo di consegna o di prestazione dei servizi
Servizi
Categoria di servizi: N. 14
Luogo principale di esecuzione: Lombardia.

II.1.3)Il bando riguarda
un appalto pubblico

II.1.4)Informazioni relative all’accordo quadro
II.1.5)Breve descrizione dell’appalto o degli acquisti
Servizi di pulizia del materiale rotabile ferroviario, ambienti di lavoro, aree esterne ed attivita’ di piccola manutenzione:
Lotto 1: CIG 2659659409. Valore totale 22 800 000,00 EUR di cui 228 000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Durata dell'appalto: tre anni dalla consegna del servizio.
Area Novate: (Attualmente in regime di proroga) Novate Milanese; Milano Cadorna; Milano Bovisa; Saronno; Como Lago; Varese; Laveno; Novara; Malpensa Seveso; Asso;Garbagnate Milanese; Camnago; Milano Rogoredo –-Valore stimato IVA esclusa 20 100 000,00 EUR di cui 201 000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso;
Area Brennero: (scadenza del contratto attualmente in essere 12.12.2011) Milano Garibaldi; Bolzano; Verona; Brennero; Bologna -Valore stimato IVA esclusa 2 700 000,00 EUR di cui 27 000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.
Lotto 2 CIG 2659715240. Valore stimato IVA esclusa 9 954 644,00 EUR di cui 99 546,00 EUR per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso; Durata dell'appalto: 26 mesi dalla consegna del servizio. Scadenza del contratto attualmente in essere 19.10.2012.
Milano Cle Parco Cle; Milano Cle Parco Est; Milano Cle Parco Martesana; Milano Cle Parco ovest; Milano cle stazione; Milano Greco; Milano Lambrate; Milano Sm.to OML; Milano Sm.to OMV; Sesto San Giovanni.
Lotto 3: CIG 2659767D26. Valore stimato IVA esclusa 17 713 037,00 EUR di cui 177 130,00 EUR per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso; Durata dell'appalto: 24 mesi dalla consegna del servizio.
Scadenza del contratto attualmente in essere 11.1.2013. Mortara, Pavia, Pavia OML, Gallarate, Luino, Milano Farini (impianto dismesso), Milano Fiorenza, Milano Porta Garibaldi, Milano Porta Genova, Milano San Cristoforo, Milano S. Rocco, Varese, Voghera.
Lotto 4: CIG 2659808EFB. Valore totale 10 407 929,00 EUR di cui 104 079,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.Durata del'appalto: 24 mesi dalla consegna del servizio.
Scadenza del contratto attualmente in essere 13.12.2012. Bergamo, colico, Lecco, Lecco OML, Sondrio, Tirano, Chiasso, Como, Brescia, Cremona, Cremona OMR, Mantova – Valore stimato IVA esclusa 9 727 929,00 EUR di cui 97 279,00 EUR per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.

II.1.6)CPV (vocabolario comune per gli appalti)
90917000

II.1.7)L’appalto rientra nel campo di applicazione dell’accordo sugli appalti pubblici (AAP)
No

II.1.8)Divisione in lotti

le offerte vanno presentate per uno o più lotti

II.1.9)Ammissibilità di varianti
No

II.2)QUANTITATIVO O ENTITÀ DELL’APPALTO
II.2.1)Quantitativo o entità totale
valore stimato, IVA esclusa 60 875 610,00 EUR

II.2.2)Opzioni
II.3)DURATA DELL’APPALTO O TERMINE DI ESECUZIONE
INFORMAZIONI SUI LOTTI

Lotto n. 1 TITOLO Servizi di pulizia del materiale rotabile ferroviario, ambienti di lavoro, aree esterne ed attività di piccola manutenzione. Lotto 1
1)BREVE DESCRIZIONE
Lotto 1: CIG 2659659409. Valore totale 22 800 000,00 EUR di cui 228 000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Durata dell'appalto: tre anni dalla consegna del servizio.
Area Novate: (Attualmente in regime di proroga) Novate Milanese; Milano Cadorna; Milano Bovisa; Saronno; Como Lago; Varese; Laveno; Novara; Malpensa Seveso; Asso;Garbagnate Milanese; Camnago; Milano Rogoredo –-Valore stimato iva esclusa 20 100 000,00 EUR di cui 201 000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso;
Area Brennero: (scadenza del contratto attualmente in essere 12.12.2011) Milano Garibaldi; Bolzano; Verona; Brennero; Bologna - Valore stimato IVA esclusa 2 700 000,00 EUR di cui 27 000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.

2)CPV (VOCABOLARIO COMUNE PER GLI APPALTI)
90917000

3)QUANTITATIVO O ENTITÀ
valore stimato, IVA esclusa 22 800 000,00 EUR

Lotto n. 2 TITOLO Servizi di pulizia del materiale rotabile ferroviario, ambienti di lavoro, aree esterne ed attività di piccola manutenzione. Lotto 2
1)BREVE DESCRIZIONE
Lotto 2 CIG 2659715240 Valore stimato iva esclusa 9 954 644,00 EUR di cui 99 546,00 EUR per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso;Durata dell'appalto: 26 mesi dalla consegna del servizio. Scadenza del contratto attualmente in essere 19.10.2012.
Milano Cle Parco Cle; Milano Cle Parco Est; Milano Cle Parco Martesana; Milano Cle Parco ovest; Milano cle stazione; Milano Greco; Milano Lambrate; Milano Sm.to OML; Milano Sm.to OMV; Sesto San Giovanni.

2)CPV (VOCABOLARIO COMUNE PER GLI APPALTI)
90917000

3)QUANTITATIVO O ENTITÀ
valore stimato, IVA esclusa 9 954 644,00 EUR

Lotto n. 3 TITOLO Servizi di pulizia del materiale rotabile ferroviario, ambienti di lavoro, aree esterne ed attività di piccola manutenzione. Lotto 3
1)BREVE DESCRIZIONE
Lotto 3: CIG 2659767D26. Valore stimato iva esclusa 17 713 037,00 EUR di cui 177 130,00 EUR per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso; Durata dell'appalto: 24 mesi dalla consegna del servizio.
Scadenza del contratto attualmente in essere 11.1.2013. Mortara, Pavia, Pavia OML, Gallarate, Luino, Milano Farini (impianto dismesso), Milano Fiorenza, Milano Porta Garibaldi, Milano Porta Genova, Milano San Cristoforo, Milano S. Rocco, Varese, Voghera.

2)CPV (VOCABOLARIO COMUNE PER GLI APPALTI)
90917000

3)QUANTITATIVO O ENTITÀ
valore stimato, IVA esclusa 17 713 037,00 EUR

Lotto n. 4 TITOLO Servizi di pulizia del materiale rotabile ferroviario, ambienti di lavoro, aree esterne ed attività di piccola manutenzione. Lotto 4
1)BREVE DESCRIZIONE
Lotto 4: CIG 2659808EFB. Valore totale 10 407 929,00 EUR di cui 104 079,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.Durata del'appalto: 24 mesi dalla consegna del servizio.
Scadenza del contratto attualmente in essere 13.12.2012. Bergamo, colico, Lecco, Lecco OML, Sondrio, Tirano, Chiasso, Como, Brescia, Cremona, Cremona OMR, Mantova – Valore stimato iva esclusa 9 727 929,00 EUR di cui 97 279,00 EUR per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.

2)CPV (VOCABOLARIO COMUNE PER GLI APPALTI)
90917000

3)QUANTITATIVO O ENTITÀ
valore stimato, IVA esclusa 10 407 929,00 EUR

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO

III.1)CONDIZIONI RELATIVE ALL’APPALTO
III.1.1)Cauzioni e garanzie richieste
Le modalità di costituzione delle garanzie verrà illustrata nella lettera di invito che la stazioe appaltante invierà alle imprese qualificate.

III.1.2)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia
La copertura finanziaria del servizio è a valere sui fondi propri d'esercizio.

III.1.3)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario
Sono ammessi alla gara i soggetti di cui all'art. 34 e 37 del D.Lgs. n. 163/06, nonché concorrenti con sede in altri stati membri dell'UE alle condizioni di cui all'art. 3 e 7 del D.P.R. 34/2000.

III.1.4)Altre condizioni particolari cui è soggetta la realizzazione dell’appalto

Le dichiarazione di cui ai punti III.2.1), III.2.2) e III.2.3) devono essere sottoscritte dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrente costituito da imprese riunite, le medesime dichiarazioni devono essere prodotte da ciascun concorrente che costituisce l'associazione o il consorzio.
In caso di ATI o consorzio ordinario di concorrenti, la capogruppo dovrà essere iscritta alla fascia L e le mandanti dovranno essere iscritte almeno nella fascia G. In caso di consorzio stabile, il consorzio dovrà essere iscritto alla fascia L e le consorziate indicate come esecutrici del servizio almeno alla fascia G.
Relativamente al punto III.2.3) l’elenco dovrà essere presentato da tutte le imprese costituenti l’associazione o il consorzio ed il requisito relativo al/ai contratto/i dovrà essere posseduto interamente dalla capogruppo.
In caso di consorzio stabile il requisito dovrà essere posseduto dal consorzio stesso.
Relativamente al requisito del fatturato di cui punto III.2.2), lo stesso dovrà essere posseduto in misura non inferiore al 60 % dalla Capogruppo e comunque nella misura minima del 20 % da ciascuna mandante.
In caso di consorzio stabile il requisito dovrà essere posseduto dal consorzio stesso.
Le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa procura. Trenord si riserva la facoltà di procedere, in qualsiasi momento, alla verifica di quanto dichiarato dal concorrente. La mancata produzione della documentazione di comprova dei requisiti, ovvero l'esito negativo delle verifiche eseguite dalla stazione appaltante sulla documentazione prodotta, sarà causa di esclusione dalla gara. L'impresa aggiudicataria sarà inoltre tenuta a presentare la documentazione di cui alla vigente normativa antimafia e ad accettare le apposite clausole di trasparenza prezzi.

III.2)CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE
III.2.1)Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente; nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non ancora costituito la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio; la domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.
La domanda dovrà contenere le seguenti dichiarazioni espresse:
"lotto/i per il/i quale/i si intende partecipare".
Si autorizza la stazione appaltante ad effettuare tutte le comunicazioni di cui all’art. 79 D.Lgs. 163/06, inerenti la presente procedura di gara, a mezzo fax:
a) domicilio .............................;
b) numero di fax........................dove consento che vengano inviate le comunicazioni;
B) Dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 mediante la quale il concorrente attesta il possesso dei requisiti di ordine generale, cioè:
1) di essere iscritto nel registro delle imprese presso la CCIAA o in analogo registro dello Stato di residenza (se imprenditore straniero) da cui risulti che l’impresa opera nel settore delle pulizie;
2) di essere iscritto all’Albo delle imprese di pulizia con fascia L ai sensi della L. n. 82/94 e dell’art. 3 del regolamento di attuazione di cui al DM n. 247/97;
3) assenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38 del D.Lgs. 163/2006, secondo cui sono esclusi dalla partecipazione alla gara e non possono stipulare i relativi contratti i soggetti:
a) che si trovano in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, o nei cui riguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
b) nei cui confronti è pendente un procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge n. 1423 del 1956, o di una delle cause ostative previste dall’articolo 10 della legge n. 575 del 1965; le dichiarazioni relative all’assenza delle misure di prevenzione o delle cause ostative di cui alla presente lettera b), devono riguardare il titolare o il direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; i soci o il direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, tutte le persone fisiche componenti il concorrente che ne siano amministratori con poteri di rappresentanza o che siano titolari di procura generale, o che ne siano direttori tecnici, o il socio unico, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società;
c) nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45, paragrafo 1, direttiva CE 2004/18; resta salva l'applicazione dell'articolo 178 del codice penale e dell'articolo 445, comma 2, del codice di procedura penale; le dichiarazioni relative all’assenza delle cause di esclusione di cui alla presente lettera c) (sentenze di condanna passata in giudicato, decreti penali irrevocabili e sentenze di applicazione della pena su richiesta), operano se la sentenza o il decreto sono stati emessi nei confronti: del titolare o del direttore tecnico se si tratta di impresa individuale; dei soci o del direttore tecnico, se si tratta di società in nome collettivo; dei soci accomandatari o del direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice; tutte le persone fisiche componenti il concorrente che ne siano amministratori con poteri di rappresentanza o che siano titolari di procura generale, o che ne siano direttori tecnici, o il socio unico, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società o consorzio.
In ogni caso l'esclusione e il divieto operano anche nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, qualora l'impresa non dimostri che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione della condotta penalmente sanzionata; l'esclusione e il divieto in ogni caso non operano quando il reato è stato depenalizzato ovvero quando è intervenuta la riabilitazione ovvero quando il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna ovvero in caso di revoca della condanna medesima: pertanto il concorrente deve dichiarare:
c.1) se vi siano o non vi siano amministratori con poteri di rappresentanza o titolari di procura generale o direttori tecnici, cessati dalla carica nell’ultimo anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara;
c.2) qualora vi siano tali soggetti, dovranno essere prodotti i certificati o le autodichiarazioni dei soggetti di cui si tratta attestanti l’assenza delle cause di esclusione oppure l’indicazione delle sentenze passate in giudicato, i decreti penali irrevocabili e le sentenze di applicazione della pena su richiesta emesse in capo ad essi;
c.3) qualora vi siano soggetti nelle condizioni di cui al precedente punto c.2), per i quali sussistano cause di esclusione, deve essere data dimostrazione che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione della condotta penalmente sanzionata;
d) che hanno violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all'articolo 17 della legge n. 55 del 1990;
e) che hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
f) che, secondo motivata valutazione della stazione appaltante, hanno commesso grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara; o che hanno commesso un errore grave nell’esercizio della loro attività professionale, accertato con qualsiasi mezzo di prova da parte della stazione appaltante;
g) che hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti;
h) nei cui confronti, ai sensi del comma 1-ter, risulta l’iscrizione nel casellario informatico di cui all’articolo 7, comma 10, per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara e per l’affidamento dei subappalti;
i) che hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti;
l) che non sono in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge 12.3.1999, n. 68 (nel caso di concorrente che occupa non più di 15 dipendenti oppure da 15 a 35 dipendenti che non abbia effettuato nuove assunzioni dopo il 18.1.2000) dichiara la propria condizione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99; ovvero (nel caso di concorrente che occupa più di 35 dipendenti oppure da 15 a 35 dipendenti qualora abbia effettuato una nuova assunzione dopo il 18.1.2000) dichiara di essere assoggettato agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99 e di aver ottemperato alle norme della suddetta legge 68/69;
m) nei cui confronti è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo n. 231 del 2001 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione, compresi i provvedimenti interdettivi di cui all’art. 36-bis, comma 1, del D.L. 4.7.2006, n. 223, convertito con modificazioni dalla legge 4.8.2006, n. 248 e successive modifiche introdotte con il DL n. 78 del 1.7.2009 convertito il L. 102/09;
m-bis: omissis
m-ter: dichiara che, anche, pur essendo stati vittime dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12.7.1991, n. 203, non risultino non aver denunciato i fatti all’autorità giudiziaria, salvo che ricorrano i casi previsti dall’articolo 4, primo comma, della legge 24.11.1981, n. 689. La circostanza di cui al primo periodo deve emergere dagli indizi a base della richiesta di rinvio a giudizio formulata nei confronti dell’imputato nell’anno antecedente alla pubblicazione del bando e deve essere comunicata, unitamente alle generalità del soggetto che ha omesso la predetta denuncia, dal procuratore della Repubblica procedente all’Autorità di cui all’articolo 6, la quale cura la pubblicazione della comunicazione sul sito dell’Osservatorio;
m-quater dichiara di non trovarsi, rispetto ad un altro partecipante alla medesima procedura di affidamento, in una situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile o in una qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di controllo o la relazione comporti che le offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale.

III.2.2)Capacità economica e finanziaria
(se del caso):
Trenord nel rispetto del principio di proporzionalità e nell’esercizio della facoltà di cui all’art. 206, comma 3, del D.Lgs 163/2006, stabilisce come segue i requisiti di partecipazione ad ogni singolo lotto del presente bando. I concorrenti devono dimostrare/dichiarare, a pena di esclusione, di essere in possesso dei seguenti.
Requisiti: 1) dichiarazione di avere conseguito nel triennio 2008-2010 un fatturato non inferiore a:
Lotto 1: 25 000 000,00 EUR (venticinquemilioni);
Lotto 2: 10 000 000,00 EUR (diecimilioni);
Lotto 3: 25 000 000,00 EUR (venticinquemilioni);
Lotto 4: 10 000 000,00 EUR (diecimilioni).
In caso di partecipazione a piu’ lotti, il requisito relativo al fatturato globale dovrà essere almeno pari alla somma del fatturato globale richiesto per la partecipazione a ciascun lotto cui si intende partecipare.
2) idonee dichiarazioni rilasciate da almeno due istituti bancari operanti in ambito UE, da cui risulti che il soggetto concorrente abbia fatto fronte ai suoi impegni con regolarità e puntualità, nonché la complessiva solidità finanziaria del soggetto.

III.2.3)Capacità tecnica
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti Trenord nel rispetto del principio di proporzionalità e nell’esercizio della facoltà di cui all’art. 206, comma 3, del D.Lgs 163/2006, stabilisce come segue i requisiti di partecipazione ad ogni singolo lotto del presente bando. I concorrenti devono dimostrare/dichiarare, a pena di esclusione, di essere in possesso dei seguenti requisiti:
Lotto 1:
1) elenco dei servizi di pulizia di rotabili ferroviari, tranviari o metropolitani e dei relativi ambienti di lavoro, per conto di enti o società ferroviarie nel biennio 2009-2010, con la descrizione particolareggiata dei servizi eseguiti ed elencazione degli importi, delle date e dei committenti dei servizi medesimi; nel caso in cui i servizi siano stati eseguiti in raggruppamento con altre imprese, deve essere specificata la quota di fornitura effettuata nell’ambito del raggruppamento stesso.
Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito almeno un contratto del valore di almeno 10 000 000,00 EUR (diecimilioni) in un anno nel biennio 2009/2010. In alternativa dovrà risultare di aver eseguito almeno due contratti del valore di almeno 5 000 000,00 EUR (cinquemilioni) in un anno nel biennio 2009/2010.
(in caso di Ati il requisito relativo al/i contratto/i dovrà essere posseduto interamente dalla Capogruppo).
Lotto 2: 1) elenco dei servizi di pulizia di rotabili ferroviari, tranviari o metropolitani e dei relativi ambienti di lavoro, per conto di enti o società ferroviarie nel biennio 2009-2010, con la descrizione particolareggiata dei servizi eseguiti ed elencazione degli importi, delle date e dei committenti dei servizi medesimi; nel caso in cui i servizi siano stati eseguiti in raggruppamento con altre imprese, deve essere specificata la quota di fornitura effettuata nell’ambito del raggruppamento stesso.
Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito almeno un contratto del valore di almeno 5 000 000,00 EUR (cinquemilioni) in un anno nel biennio 2009/2010. (in caso di Ati il requisito relativo al/i contratto/i dovrà essere posseduto interamente dalla capogruppo.
Lotto 3: 1) elenco dei servizi di pulizia di rotabili ferroviari, tranviari o metropolitani e dei relativi ambienti di lavoro, per conto di enti o società ferroviarie nel biennio 2009-2010, con la descrizione particolareggiata dei servizi eseguiti ed elencazione degli importi, delle date e dei committenti dei servizi medesimi; nel caso in cui i servizi siano stati eseguiti in raggruppamento con altre imprese, deve essere specificata la quota di fornitura effettuata nell’ambito del raggruppamento stesso.
Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito almeno un contratto del valore di almeno 10 000 000,00 EUR (diecimilioni) in un anno nel biennio 2009/2010. In alternativa dovrà risultare di aver eseguito almeno due contratti del valore di almeno 5 000 000,00 EUR (cinquemilioni) in un anno nel biennio 2009/2010.
(in caso di Ati il requisito relativo al/i contratto/i dovrà essere posseduto interamente dalla capogruppo).
Lotto 4: 1) elenco dei servizi di pulizia di rotabili ferroviari, tranviari o metropolitani e dei relativi ambienti di lavoro, per conto di enti o società ferroviarie nel biennio 2009-2010, con la descrizione particolareggiata dei servizi eseguiti ed elencazione degli importi, delle date e dei committenti dei servizi medesimi; nel caso in cui i servizi siano stati eseguiti in raggruppamento con altre imprese, deve essere specificata la quota di fornitura effettuata nell’ambito del raggruppamento stesso.
Da tale elenco dovrà risultare di aver eseguito almeno un contratto del valore di almeno 5 000 000,00 EUR (cinquemilioni) in un anno nel biennio 2009/2010. (in caso di Ati il requisito relativo al/i contratto/i dovrà essere posseduto interamente dalla capogruppo).
In caso di partecipazione a più lotti o a tutti i lotti il requisito relativo al/i contratto/i dovrà essere almeno pari al requisito richiesto per la partecipazione al lotto 1.
2) Essere in possesso delle certificazioni ISO 9001 e ISO 14001 per servizi di pulizia. In caso di ATI o consorzio da tutte le aziende raggruppate o consorziate.

III.2.4)Appalti riservati
No

III.3)CONDIZIONI RELATIVE ALL’APPALTO DI SERVIZI
III.3.1)La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione
No

III.3.2)Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali delle persone incaricate della prestazione del servizio
No

SEZIONE IV: PROCEDURA

IV.1)TIPO DI PROCEDURA
IV.1.1)Tipo di procedura
Ristretta

IV.2)CRITERI DI AGGIUDICAZIONE
IV.2.1)Criteri di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati di seguito
1. Offerta tecnica. Ponderazione 60
2. Offerta economica (prezzo). Ponderazione 40

IV.2.2)Ricorso ad un’asta elettronica
No

IV.3)INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO
IV.3.1)Numero di riferimento attribuito al dossier dall’ente aggiudicatore
IV.3.2)Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto
No

IV.3.3)Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e la documentazione complementare
IV.3.4)Termine per il ricevimento delle offerte e delle domande di partecipazione
20.7.2011 - 12:00

IV.3.5)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte/domande di partecipazione
italiano.

IV.3.6)Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta
IV.3.7)Modalità di apertura delle offerte
SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI

VI.1)TRATTASI DI UN APPALTO PERIODICO
No

VI.2)APPALTI CONNESSI AD UN PROGETTO E/O PROGRAMMA FINANZIATO DAI FONDI COMUNITARI
No

VI.3)INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
a) La domanda di partecipazione deve essere fatta pervenire all'indirizzo di cui al punto 1 del presente bando, ufficio protocollo, a pena di esclusione dalla gara, entro il giorno 20.7.2011 (12:00); sull'esterno della busta dovrà essere riportata l'indicazione del mittente nonché la dicitura "domanda di partecipazione per la gara di servizi di pulizia del materiale rotabile ferroviario, ambienti di lavoro, aree esterne ed attivita’ di piccola manutenzione".
Eventuali quesiti dovranno pervenire solo per iscritto e a mezzo fax n. +39 0285114621 entro il giorno 5.7.2011;
b) L'appalto è regolato ai sensi del D.Lgs. 163/06 ed ogni riferimento ad altre norme vale per lo specifico riferimento;
c) elementi di valutazione dell'offerta: 40 % offerta di prezzo, 60 % offerta tecnica; i criteri di valutazione saranno indicati nella lettera di invito;
d) si procederà alla verifica delle offerte anormalmente basse secondo le modalità previste degli artt. 86 e 87 del D.Lgs. 163/06;
e) si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente;
f) in caso di due o più concorrenti presentino offerte con assegnazione di identico punteggio Trenord individuerà la miglior offerta mediante negoziazione con i concorrenti medesimi;
g) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l'offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata;
h) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell'Unione europea devono essere espressi in euro;
i) decorsi 6 (sei) mesi dal termine di presentazione delle offerte senza che Trenord abbia provveduto all'aggiudicazione, i soggetti offerenti e Trenord si potranno ritenere svincolati da qualsiasi impegno;
l) non sono ammesse offerte in aumento; Trenord si riserva di non aggiudicare;
m) i corrispettivi saranno pagati con le modalità previste nel contratto d'appalto;
n) i dati raccolti saranno trattati, ai sensi del D.Lgs. 196/03, esclusivamente nell'ambito della presente gara;
o) responsabile del procedimento in fase di affidamento della fornitura dott. Roberto Boreggio;
p) responsabile del procedimento in fase di esecuzione del servizio: ing. Lorenzo Bono;
q) Responsabile del diritto d’accesso: dott. Roberto Boreggio.

VI.4)PROCEDURE DI RICORSO
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
VI.4.2)Presentazione di ricorso
VI.4.3)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione di ricorso
VI.5)DATA DI SPEDIZIONE DEL PRESENTE AVVISO:
6.6.2011